Assòtziu Curturali Sarditinera
Via Roma, 72 - 09213 Cagliari
Tel./Fax:070.6848754 - Email: sarditinera@tiscali.it
 
 
italiano
English language
 
traduzione di: Prof. Mario Puddu
Copyright Sarditinera

 




BRING THE CHANGE

"Bring tha change è uno scambio di giovani che coinvolgerà 30 partecipanti provenienti da Italia, Estonia, Polonia, Romania, Cipro e Slovacchia che si riuniranno a Cagliari per discutere come combattere contro il razzismo, la xenofobia e l'emarginazione da combattimento.





"Bring the change" is a youth exchange which will involve 30 participants from Italy, Estonia, Poland, Romania, Cyprus, Slovakia who will meet in Cagliari to discuss how to struggle against racism, xenophobia and combat marginalization.

These phenomena represent nowadays a global emergency composed of different elements that go hand in hand towards the disintegration of the common European home. On one hand, we witness the transformation in the sense of our multi-racial society.
This transformation does not take place at no cost, and brings with it the emergence or escalation of racist and discriminatory feelings. The other, a continental economic crisis produces effects of marginalization and growing social exclusion.
The two phenomena, occurring simultaneously, tend to blend into a lethal combination that threatens the European common house to its foundations. The youth exchange "Bring the change", through a proverbial snowball effect that starts from the participants in the exchange, it wants to create a virtuous movement that leads to the acquisition of a great awareness on the dangers of racism and, at the same time, push the communities to oppose this worst phenomenon.

The youth exchange will have a setting related to non-formal education dictates. All the activities on the agenda will follow the pattern of learning by doing, and will be constantly stimulated the processes of sharing and horizontal transmission of knowledge. The individual involvement of the participants will be constantly stimulated to ensure the broadest possible effect of the project. The activity itself will have a direct connection with the local host community. The youth exchange will also represent a tremendous opportunity for the establishment of partnerships for the realization of future activities. contacts will also be established with local institutions that will facilitate the realization of the project."




BE P@RT BE @CTIVE - ALL TOGETHER ACTIVE CITIZENS



Il progetto "BE P@RT BE @CTIVE - ALL TOGETHER ACTIVE CITIZENS" – Azioni di inclusione sociale attraverso percorsi di espressione artistica e sportiva, proposto dal raggruppamento composto dall'Associazione Sarditinera Onlus (capofila proponente), dall’Associazione Terra di Mezzo 2000 Onlus, dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Academia S’Agapo Art Academy, dalla Confederazione Sindacale Sarda e dall'Associazione Assotziu Consumadoris de Sardigna intende promuovere l’inclusione sociale degli immigrati attraverso percorsi di espressione artistica e sportiva.

Con le attività dei laboratori si intende educare alla multicultura attraverso la conoscenza di alcuni aspetti di culture extraeuropee, accogliere la diversità culturale attraverso i valori del rispetto e della tolleranza e favorire la valorizzazione della diversità culturale e della dimensione internazionale. Lo scopo principale sarà quello di facilitare l’inserimento sociale degli immigrati attraverso la promozione del dialogo interculturale, interreligioso ma anche dell’educazione alla legalità e alla solidarietà.




LAUNEDDAS DE SANTU NADALI - SANENDI E CANTENDI IN CASTEDDU




La tanto attesa festa di Natale per piccoli e grandi, credenti e non, è un momento magico ed intenso ma anche un’opportunità di ritrovarsi nelle vie del centro per passeggiare, incontrarsi, fare gli acquisti e festeggiare insieme.
Questa è una delle più belle ricorrenze annuali, un giorno speciale, sinonimo di pace e di fratellanza. Nell’isola, si festeggia con l’albero di Natale, presepi, decorazioni colorate e luminose, fiere e mercatini creati per l’occasione, come in ogni Paese del mondo, ma solo da noi è possibile ascoltare la melodia ed il dolce suono delle launeddas. Il rispetto delle tradizioni popolari e della nostra cultura identitaria sono alla base della nostra società. Purtroppo la globalizzazione imperante ci spinge sempre più ad una crescente omologazione di comportamenti, stili di vita e abitudini non propriamente nostre che però nel tempo stanno andando tristemente a sostituirsi alle nostre.
Il maestro di launeddas Luigi Lai dice: “In Sardegna ci è rimasta solo la cultura, che è la migliore cosa che ci è rimasta. A noi spetta non solo curare e preservare la nostra tradizione, ma anche continuare a crearla, per trasmetterla a chi è interessato. Ci sono tanti giovani che sono incuriositi dalla nostra tradizione musicale, e credo sia necessario recuperare la nostra identità”. Per non perdere questo patrimonio culturale, tramandato da oltre tremila anni, abbiamo pensato ad un iniziativa ampia di valorizzazione e promozione delle launeddas partendo dalla storia, dalla presentazione dello strumento, dalle tecniche di costruzione tecnica delle launeddas partendo dal reperimento delle materie prime, dalla cura, dalla pratica e con esercizi per lo sviluppo della tecnica esecutiva, ascolti guidati, attività di pratica dell’antica notazione sarda e delle principali forme del repertorio strumentale. Lingua, musica sarda e danze tradizionali del Campidano sono strettamente connesse alle launeddas.



MIGRATION 2020




Incontro interassociativo sul tema dell’immigrazione dal titolo
“Migration2020: towards a sustainable inclusion”,
che si terrà venerdì 27 Ottobre, a partire dalle ore 16:30, nei locali dell’Hostel Marina. L’evento è realizzato nell’ambito di un seminario internazionale sul tema che coinvolge 30 operatori di 10 Paesi, attualmente a Cagliari.

All’incontro, aperto a organizzazioni italiane e straniere, hanno fino ad ora aderito:
- SIRIUS, Kansainvälinen Nuorisoaloitteiden Yhdistys Ry, Finlandia;
- Step Europe, Finlandia;
- OpportUnity Global, Regno Unito;
- Love and Care for People, Irlanda;
- Jugend, Bildung Und Kultur Ev, Germania;
- Centre For European Progression Ivzw, Belgio;
- Associação Interculutral Para Todos, Portogallo;
- En Kint Egyesulet a Bekeert es Fejlodesert, Ungheria;
- Mezhdunaroden Centar Za Razvitie Na Obrazovanieto I Obuchenieto, Bulgaria;
- Associazione Studenti per la Città, Italia;
- Associazione Sarditinera Onlus, Italia;
- Associazione Consumadoris Sardigna, Italia;
- Confederazione Sindacale Sarda, Italia;
- Carovana SMI, Italia;
- Amici di Sardegna, Italia;
- Rete sarda della cooperazione internazionale, Italia;
- Associazione TDM 2000, Italia;
- Associazione TDM 2000 International, Italia;
- Cuore romeno ONLUS, Italia
- Ipsia Sardegna;
- ACLI della Provincia di Cagliari;

L’incontro si propone di facilitare l’interazione tra entità e la condivisione di buone pratiche mediante la formula di fiera delle associazioni. Le associazioni potranno inoltre presentare una buona pratica nel settore della quale sono portatrici.

Agenda dei lavori: - ore 16.30 saluti e introduzione all'evento; - ore 16.45 presentazione di buone pratiche e casi di successo nel settore delle attività di inclusione dei migranti; - ore 17.30 Inizio della fiera delle associazioni; - ore 19.30 Conclusoni; - ore 19.40 Networking Cocktail.




MIGRANTES PER L'EUROPA




Migrantes per l’Europa - Mostra di satira e Rassegna cinematografica

26 OTT / 1 NOV - Ex Manifattura Tabacchi

Si terrà il 26 ottobre alle h. 17.00 l’inaugurazione della mostra "Migrantes per l’Europa – migrazione dei popoli, integrazione, identità europea, cittadinanza attiva e democrazia”. Intervengono alla presentazione Antonio G. Pirisi, Luca Paulesu e Francesca Mazzuzi.

Sempre a Cagliari ma il 29 ottobre alle h. 17.00 si svolgerà “Migrantidoc” la rassegna di cortometraggi. A cura di Luca Paulesu, la mostra è realizzata dal Circolo Sardegna di Bologna con il contributo della RAS - Regione Autonoma della Sardegna.
La mostra sarà visitabile dal giorno 26 ottobre al 29 ottobre con orario 10.00 – 13.00 / 15.00 – 22.00 e dal 30 ottobre al 1 novembre con orario 15.00 – 20.00.

MOSTRA DI SATIRA A CURA DI LUCA PAULESU
Le rappresentazioni satiriche entrano nel vivo del dibattito e commentano la retorica che da oltre un decennio accompagna il fenomeno migratorio, svelandone le contraddizioni in un paradossale gioco di costruzione e decostruzione della verità. La selezione operata da Luca Paulesu, curatore della mostra, vede protagoniste le opere di diversi illustri autori da tutta l’Europa. Fra questi: ALTAN MarianAVRAMESCU BENNY MauroBIANI MassimoBUCCHI HoracioFidelCARDO LidoCONTEMORI MarcoDEANGELIS FrancescoDOTT I MaddalenaFRAGNITODEGIORGIO OtmarGRISSERMANN MihaiIGNAT KATERPILLAR ValeriuKURTU RobertoMANGOSI GoranMILENKOVIC MarilenaNARDI PALù GiulianoROSSETT I TjeerROYAARDS GefSANNA SergioSTAINO AgimSULAY ArendtVANDAM

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA A CURA DI ANTONELLO ZANDA “MIGRANTIDOC”
La rassegna cinematografica “Migrantidoc” accompagna il percorso critico sul fenomeno migratorio con un ulteriore stimolo alla riflessione attraverso il suggestivo linguaggio del cinema. Immagini e suoni per denunciare sofferenze, svelare drammi, stimolare sogni e ricordi, infondere conforto e fiducia e per parlare della sfida del viaggio e del sogno della meta, ma anche della speranza nel futuro. Con tale intento la Cineteca di Bologna e la Cineteca Sarda hanno selezionato sette cortometraggi che si sono imposti recentemente all’attenzione della critica e del pubblico:
- L’ALBERO DELLA PIAZZA di Stefano Cattini
- BABBO NATALE di Alessandro Valenti
- LA BANDA DEL CATERING di Matteo Gentiloni
- PENALTY di Aldo Iuliano
- RESPIRO di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi
- IL BAMBINO di Silvia Perra
- DEL PROSSIMO ORIZZONTE di Tomaso Mannoni













AVISU

ISCRITZIONI











traballus Francesco Casula

traballus Giampiero Marras